E-mail marketing “fai da te” non funziona!

Fare e-mail marketing "fai da te" è un gran bel rischio, lo sai? Uno dei più gravi errori commessi proprio nell'invio delle e-mail pubblicitarie, per generare nuovi potenziali clienti ai propri prodotti/servizi, è proprio l'utilizzo di client di posta e account personali. Ecco perché!

In questo articolo voglio condividere con te i 3 principali motivi per i quali utilizzare un tradizionale programma di posta elettronica, come ad esempio outlook, mail, thunderbird, per inviare i tuoi messaggi di posta elettronica è davvero poco professionale e soprattutto poco funzionale.

Se utilizzi questo sistema per promuovere il tuo brand o per divulgare newsletter o promozione su prodotti o servizi ti sarai reso conto che il rendimento è mediocre se non scarso.

Perchè?

I motivi sono 3:

  • Email non personalizzabili
  • Sarai riconosciuto come SPAMMER
  • Assenza di Statistiche
Nello specifico le analizziamo una per volta:

E-mail non personalizzabili
Uno dei problemi legato all’invio di e-mail informative o pubblicitarie attraverso un tradizionale programma di posta elettronica è l’impossibilità di personalizzare le e-mail; insomma se volessi inviare una e-mail al cliente Mario Rossi, indicando nell’oggetto il suo nome, ad esempio: Mario, per te uno straordinario Regalo!, così da far sembrare l’e-mail personale e non la solita pubblicità di massa, devi arrenderti. Discorso analogo anche per il corpo del messaggio dove potrai soltanto decidere di individuare un testo che dovrà essere riproposto, senza alcuna modifica, a tutto il tuo pubblico.

Sarai riconosciuto come SPAMMER!
L’invio multiplo di email, insomma l’invio in cui la casella a:, cc: oppure ccn: è ricca di indirizzi e-mail, è assolutamente rischioso; basta infatti, che un solo membro dell’elenco segnali il tuo indirizzo come spam, che il server interpreti la segnalazione come globale e quindi inviata da tutti gli indirizzi presenti in lista. Tale segnalazione si ripercuoterà sulla tua delivarability, ossia la capacità di giungere al destinatario. Nella peggiore delle ipotesi, in caso di reiterati invii, la tua casella di posta elettronica potrebbe finire in blacklist e non essere più in grado di consegnare i messaggi.
In questo ultimo caso, il tuo business online potrebbe subire incredibili ripercussioni.

Per verificare lo stato di salute della tua casella di posta elettronica clicca su: verifica la mia casella di posta.

Assenza di Statistiche
Oltre alla impossibilità di personalizzare le tue e-mail, al rischio di finire in blacklist, si aggiunge in ultimo, non per importanza, l’impossibilità di tracciare il rendimento delle tue campagne pubblicitarie.
Non potrai, infatti, sapere chi ha ricevuto il messaggio inviato, quante persone hanno deciso di aprire, quante, invece, hanno cliccato all’interno della e-mail per saperne di più o ancora le persone che hanno deciso di cancellarsi dalla mailing piuttosto che coloro i quali, pur ricevendo la tua email, non l’hanno aperta.
Non, conoscere questo tipo di informazioni non ti consente di apportare le dovute modifiche affinché tu possa far rendere al massimo la tua campagna pubblicitaria.

Insomma, inviare le email da Outlook, piuttosto che da Thunderbird o AppleMail, o più in generale da un programma di posta tradizionale, ti porterà a:

  • Essere poco originale e quindi a non distinguerti dalla massa;
  • Rischiare di essere riconosciuto come spam e finire in blacklist;
  • Perdere il controllo della campagna pubblicitaria.
Ti suggerisco, al fine di ottenere il massimo da ogni tua campagna di e-mail marketing, di avvalerti di strumenti professionali grazie ai quali anche tu potrai: personalizzare le tue e-mail e quindi di differenziarti dalla massa, avere la certezza sul recapito del messaggio pubblicitario e soprattutto monitorare in tempo reale il rendimento in termini di risultati.

Tutto ciò sarà possibile attraverso l’utilizzo degli autorisponder.

Se vuoi saperne di più sull’e-mail marketing o necessiti di supporto in virtù della tua prossima campagna pubblicitaria, clicca su: voglio un tuo aiuto

Al tuo successo
Vincenzo Gengaro

Vincenzo Gengaro