8 months ago blog300Vincenzo Gengaro

Come iniziare un discorso

Come iniziare un discorso è uno dei problemi più frequenti che ho riscontrato durante la mia esperienza come consulente e formatore;  è diffuso, tra professionisti e non, il manifestarsi di un certo disagio nell'affrontare l'incipt e la conclusione di una conversazione.

Ed è un bel problema perché proprio la presentazione e la conclusione sono le fasi più importanti a livello comunicativo.​

Come iniziare un discorso: 7 regole per comunicare in pubblico.

Le prime 7 parole, i primi 7 secondi, i primi 7 gesti sono il biglietto da visita di chi vive di comunicazione e non possono essere detti, fatti o trascorsi in modo casuale.

Comunicazione efficace significa: migliori relazioni, migliore fiducia e, quindi, migliori risultati.

Se da un lato c’è chi riconosce di avere il problema, dall’altro c’è invece chi il problema ce l’ha ma non sa di averlo e si avventura in conversazioni di scarsa qualità, poco coinvolgenti e dalle quali ciò che si ottiene è: nulla.

Come comunicare in pubblico? Come iniziare un discorso?

Diventare un esperto nella comunicazione in pubblico non è sempre una passeggiata: devi essere un tipo carismatico, unico, sincero e stimolante; insomma, è necessario che tu sia un mix che viaggia su binari stretti. Basta poco per deragliare e passare da una comunicazione efficace ad una comunicazione inefficace.

Fortunatamente, sia che tu stia tenendo un discorso dal vivo e di persona o conducendo una presentazione virtuale (ed in questo periodo sono sempre più le circostanze in cui si ricorre all’utilizzo di dispositivi virtuali), ci sono alcune tecniche fondamentali che, se utilizzate, miglioreranno notevolmente il valore del tuo discorso aiutandoti anche nelle fasi più delicate e ad evitare di cadere nelle numerose trappole o difficoltà che incontrerai durante il tragitto come ad esempio iniziare un discorso.

Quindi, ecco le cose da fare e da non fare per parlare in pubblico affinché anche tu possa migliorare la qualità della tua comunicazione ed affascinare il tuo interlocutore. Per molti comunicare in pubblico è visto come una vera e propria arte: l’arte di comunicare strategicamente in pubblico.

Per te 7 suggerimenti utili per parlare in pubblico e superare finalmente la paura di iniziare un discorso

  • Evita di riempiere ogni secondo di silenzio con parole.
  • ​Uno degli errori più comuni è parlare, parlare e parlare. Siamo troppo presi da noi stessi, da ciò che vogliamo dire e dalla necessità di appagare l’ego. Avvertiamo l’esigenza di parlare per tutto il tempo in cui si è chiamati ad esporre la nostra soluzione. In molti casi, invece, le pause aiutano moltissimo, possono essere efficaci tanto quanto parlare; forse anche di più.

    Ma cosa sono le pause strategiche e come si usano?

    Per pausa strategica si intende una interruzione calcolata, finalizzata ad uno scopo. Ci sono diversi tipi di pause che puoi usare. Una pausa drammatica molto utilizzata per fissare un concetto nella mente dell’ascoltatore, una pausa sensoriale per dare alle persone un momento per assorbire nuove informazioni, una pausa enfatica per evidenziare un punto importante o una pausa di completamento della frase per incoraggiare l’interazione con il pubblico (quelle situazioni in cui inizi una frase familiare e lasci che il pubblico la finisca).

    Una pausa posizionata strategicamente è potente e può fare molto per il tuo pubblico.

    Come bonus, le pause non solo aiutano il tuo pubblico, ma aiutano anche te. Utilizzandole in modo deliberato, infatti, potrai prendere tempo per rilassarti, rallentare e riprendere il tuo discorso con un ritmo più gestibile.

  • Non Affidarti Troppo Agli Ausili Visivi
  • Depliant, tablet e dispositivi visivi sono utilizzati oltre i limiti previsti. Se è vero che i grafici, le immagini, i video e le infografiche possono aiutare sensibilmente il tuo potenziale cliente a comprendere meglio la tua proposta ci sono profili che, invece, trovano più interessanti le spiegazioni o la possibilità di toccare con mano quanto indicato.

    Usa le immagini con parsimonia per supportare il tuo discorso. 

    Il tuo pubblico, il tuo interlocutore o il tuo potenziale cliente è li per te, per ascoltarti, per sentire da te cosa hai da raccontargli. Fare eccessivo affidamento al materiale visivo, ancora peggio se utilizzate per iniziare un discorso, potrà essere davvero rischioso.

    Come andare ad un corso di formazione e vedere proiettate slide cariche di contenuti. Proprio in quell’istante pensi: uno tra il presentatore e il mezzo sono di troppo.

    La cosa più giusta è usare tuoi ausili visivi solo se supportano o integrano davvero il tuo discorso e non lo sminuiscono.

  • Non dimenticarti la promozione
  • La tua presentazione è una presentazione di vendita? Hai un prodotto, un servizio o qualcos’altro da promuovere durante la tua comunicazione in pubblico?

    Se è così allora promuovila.

    9 venditori su 10 non vendono perché hanno paura di vendere e non includono nella propria conversazione la promozione della propria soluzione. I motivi sono diversi ma uno primeggia su tutti: sentirsi troppo invadenti.

    La verità è una: fintanto che la tua soluzione è in linea con ciò che parli ed è utile al pubblico con il quale ti interfacci è bene includerla. In tal caso non sarai tu a vendere ma i tuoi potenziali clienti ad acquistare;

    non si tratta di vendita ma di dare valore al tuo pubblico.

    Ricorda: le persone comprano da persone e non da aziende. Impara anzitutto a promuovere te stesso, è fondamentale. Potrai incontrare qualche difficoltà iniziale tra fornire valore piuttosto che vendere ma una volta capito come fare vedrai la tua carriera e il tuo reddito iniziare a crescere.

  • Non camminare, non giocare con…
  • Quando sei concentrato sulla tua presentazione, evita qualsiasi tipo di atteggiamento che possa indurre in distrazione il tuo potenziale cliente. Giocherellare con i tuoi appunti o camminare nervosamente avanti e indietro o ancora giocare con una biro non è certamente il modo migliore per tenere una conversazione persuasiva.

    Esercitati a parlare il più possibile e trova la posizione che più fa sentirti a tuo agio. Più tempo dedichi a tenere discorsi, più ti sentirai rilassato con ciascuno di essi.

    Se proprio fatichi a star fermo, incorpora nella tua conversazione altri tipi di movimento che abbiano un senso con il discorso che stai facendo.

    Qualsiasi mossa che fai dovrebbe essere intenzionale, deliberata e necessaria. Ad esempio, prova ad avvicinarti al bordo del palco per entrare in contatto con il tuo pubblico mentre affronti un punto importante, avvicinati al tuo interlocutore se devi comunicargli una promozione importante o abbassa la voce se hai da comunicare un segreto, ad esempio.

  • Non improvvisare
  • Iniziare un discorso con un tuo potenziale cliente senza la giusta preparazione aumenta il rischio di insuccesso. Nella vendita o nelle relazioni comunicare in modo efficiente aumenta sensibilmente la possibilità di persuasione.

    Prima di avviare un discorso, quindi, è necessario informarsi sull’argomento da affrontare, sul potenziale interlocutore, sui suoi problemi, sul suo modo di fare e su come la tua soluzione potrà aiutarlo a migliorare la propria vita.

    Fai pratica; non esiste altro mezzo per imparare che fare pratica intenzionale.

    Non conoscere il tuo pubblico può essere un errore disastroso! Assicurati di ricercare il tuo pubblico in anticipo in modo da assicurarti che il tuo discorso sia pertinente per loro e che gli esempi siano allineati al loro mondo.

    Se ti può essere di aiuto utilizza schemi per fissare i concetti che dovrai affrontare nella tua presentazione.

  • Non correre
  • Quando sei preso dalla conversazione e soprattutto dalla voglia di raccontare rischi di perdere il controllo della velocità di esposizione. Parlare troppo velocemente compromette la tua conversazione in quanto può provare anzitutto uno stato ansioso in chi ti ascolto e poi perché inevitabilmente qualcosa può andare perso.

    Se hai calcolato un determinato lasso di tempo entro il quale esporre la tua soluzione, prendilo tutto; discorso analogo qualora il tempo ti sia concesso.

    Sii rispettoso terminando il tuo discorso in tempo. Mantenere un discorso conciso è utile anche perché è più probabile che il tuo pubblico rimanga connesso per tutto il tempo.

    Tieni d’occhio l’orologio.

    Il tempo è una risorsa preziosa in quanto limitata e non restituibile. Il tempo perso è perso. Rispettare il tempo che ti è stato concesso mostra umiltà e gratitudine oltre che rispetto verso il tuo potenziale cliente.

    Se vai avanti oltre il tempo concesso il tuo interlocutore o il tuo pubblico si disconnetteranno e la loro mente tenderà a vagare altrove.

  • Non Aver Paura Di Passare Al Virtuale
  • Porre resistenza alla evoluzione e al cambiamento significa diventare vittima dello stesso. Eppure la paura del cambiamento. nonè l’inica che rallenta la crescita (approfondisci il tema su come superare le paure). Con l’evoluzione tecnologica, comunicare con un tuo potenziale cliente in modo virtuale rappresenta un’opportunità in più per fare crescere più rapidamente il tuo business o le tue relazioni.

    Per farti un esempio: più della metà degli esperti di marketing è passata ai webinar online, quindi sfruttare queste opportunità virtuali è la chiave per il successo in questa era tecnologica.

    Diventa un leader digitale. Se vuoi costruire una forte presenza online e diventare un leader digitale è necessario comunicare online e accettare il cambiamento.

    Preparati al meglio e fai crescere un potente business online.

A questo punto non resta che iniziare a muovere i tuoi primi passi. Come hai visto le dinamiche sono diverse e non è solo come iniziare un discorso né tantomeno la soluzione giunge solo dal mondo della pnl per comunicare in pubblico.

Ora sai ciò che devi fare e cosa non devi fare.

Inizia ora. Pensare come iniziare un discorso fa parte oramai del passato.

Al tuo successo.

Vincenzo Gengaro

Vincenzo Gengaro è un business e PNL coach. Consulente da oltre 15 anni, aiuta le aziende a collocarsi o ricollocarsi nel loro settore di competenza. Si occupa di sviluppare strategie marketing che hanno come obiettivo quelli di aumentare fatturato e redditività.