5 months ago blog251Vincenzo Gengaro

Aprire un’azienda

Dire che aprire un'azienda sia il sogno di tutti è dire una falsità; in un XX secolo ricco di sorprese sono ancora tanti i tabù da sfatare: il sogno del posto fisso e la paura del fallimento.

Il nostro Paese, infatti, vive ancorato a quelle convinzioni che cozzano con il periodo economico che stiamo vivendo e rallentano incredibilmente una crescita che ci avrebbe sicuramente visto in posizione diverse da quelle attuali.

Aprire un’azienda: ecco come creare un’azienda di successo

La scarsa disponibilità di fondi per iniziare rappresenta la scusa numero 1 che si dà chi oggi probabilmente è più concentrato sul problema che sulla soluzione; ci sono business, infatti, e il mondo online ne è un esempio, in cui aprire un’azienda non necessita di alcun esborso economico.

Proprio così: tutto a titolo gratuito.

Ciò che è richiesto è la voglia di mettersi in discussione e di guadagnare in relazione alla capacità produttiva e non al numero di ore impiegato.

Ma allora aprire una azienda è davvero così semplice? Conviene così tanto? Ed in questo periodo storico, segnato da recessione e lockdown vari, è consigliabile avviare una propria attività, un proprio business?

A tal proposito ho una mia idea su come avviare un azienda (di qui in avanti noterete diverse volte la mancanza dell’apostrofo così come fanno gli utenti che cercano info su google). Oggi sicuramente è giunto il momento di puntare ad un’opportunità che ti consenta di guadagnare in relazione alle tue capacità, al tuo saper fare, al tuo essere unico. Che tu stia pensando di iniziare un nuovo business (la mia idea è puntare all’on-line) o che tu voglia provare a vivere un’esperienza come collaboratore di un’azienda, punta a quei ruoli in cui hai possibilità di gestire il tuo tempo e i tuoi guadagni.

L’epoca del posto fisso è da terminata da un pezzo e creare azienda è il futuro.

E quindi, come si crea un’azienda? (O come miriadi di persone cercano erroneamente su google “come creare un azienda?”)

Per avere successo negli affari oggi, devi essere flessibile e avere buone capacità organizzative e di pianificazione. Molte persone iniziano un’impresa pensando che accenderanno i loro computer o apriranno le loro porte e inizieranno a fare soldi, solo per scoprire che fare soldi in un’azienda è molto più difficile di quanto pensassero.

Tutto ciò è assolutamente evitabile. È sufficiente dedicare del tempo alla pianificazione: individua bene il tuo obiettivo, fai una foto istantanea di dove sei in questo momento e valuta quali sono le azioni che dovrai intraprendere per raggiungere il tuo obiettivo (per approfondire questo tema clicca qui). Maggiore sarà il tempo che dedicherai a questa fase e maggiore sarà la percentuale che la tua attività ti porti profitti.

Qualunque sia il tipo di attività che sogni di avviare, ciò di cui devi tener conto è che se da un lato si sono verificati profondi cambiamenti economici che hanno inciso sulla strategia di acquisto dei clienti, dall’altro non sono cambiati i fondamenti del business, quelle skill che tutti gli imprenditori di successo possiendo: tenacia, impegno e visione, per citarne alcuni.

Tuttavia, sono necessarie nuove strategie, strategie progettate per funzionare in un clima aziendale in evoluzione.

Ho avuto la possibilità di sviluppare ed implementare queste strategie in prima persona ed in differenti settori ottenendo straordinari risultati. Dall’estetica ai viaggi, dai trasporti all’abbigliamento, l’aumento del fatturato e dei profitti è stato il comun denominatore.

Forte dell’esperienza maturata e dei risultati ottenuti nei diversi settori e nelle differenti modalità (off-line o on-line) ho deciso di stilare un elenco di 7 suggerimenti che potranno aiutarti ad avere successo nella tua impresa.

7 suggerimenti utili che rappresentano la migliore risposta alla domanda (sempre errata per citare le ricerca di google) “come si crea un azienda” e alla domanda “quali sono le abilità di un imprenditore di successo?”

Come aprire azienda: i 7 suggerimenti utili per l’imprenditore di successo

  • Scrivi tutto
  • Senza un piano è solo un sogno. Non ti chiedo di scrivere un libro ma ciò che devi fare è scrivere alcune pagine che delineano obiettivi specifici (clicca qui per scoprire come creare obiettivi in modo strategico), strategie che deciderai di mettere in atto ed il piano di vendita e marketing necessario a promuovere il tuo brand e le tue soluzioni. Scrivere tutto è un primo passo cruciale.

  • Non sposare il tuo piano
  • Ogni grande generale militare della storia ha saputo che anche il piano migliore a volte deve essere gettato nel fuoco quando i proiettili iniziano a volare. Definire un piano è sicuramente un elemento determinante in quanto traccia la road map da seguire; tuttavia possono verificarsi situazioni non previste rispetto alle quali il cambio di rotta diventa indispensabile. Regola, confronta e conquista.

  • Tieni sotto controllo il tuo ego e ascolta gli altri
  • “Chi fa per sè fa per tre!”: ecco il miglior per modo per fallire. Evita di fare affidamento esclusivamente alle tue abilità ma scegli collaboratori validi con i quali condividi anzitutto i valori. Contare su collaboratori interni o esterni, infatti, ti consente di capire cosa c’è lì fuori oltre che avere stimoli in più al fine di ottenere risultati sempre migliori. Sii responsabile, tieni fede ai tuoi impegni, anche se talvolta possano rivelarsi complessi e tieno sotto controllo il tuo ego.
    Non si tratta di te; si tratta di affari. Non prendere le cose sul personale e stai lontano dalle emozioni. Non lasciare che il tuo ego prenda il controllo.

  • Tieni traccia di tutto e gestisci in base ai numeri
  • Troppo spesso mi capita di vedere imprenditori che gestiscono aziende basandosi sulle sensazoni piuttosto che sui numeri; fare azienda richiede abilità di analisi. Crea sistemi scritti  e protocolli per ogni attività così da trarne benefici imporanti in futuro.
    Uno su tutti è la possibilità di poter controllare in breve tempo il funzionamento dei processi aziendali. Familiarizza con i tuoi numeri e controllali quotidianamente; prendi tutte le decisioni in base a ciò che ti dicono. Uno dei calcoli più importanti è il flusso di cassa. Determina la quantità di denaro necessaria per svolgere l’attività e non iniziare senza i contanti necessari a portata di mano.

  • Delegare ai collaboratori
  • Altro errore molto comune è fare tutto da sè. Non c’è peggior frase che “se devo mettermi li e spiegare dove ha sbagliato faccio prima che lo faccio da solo”. Il compito di un manager è delegare e quindi controllare i progressi. Se deleghi in modo efficace otterrai di più e meglio di quanto ti aspetti.
    Crea piani di formazione e di orientamento cosicchè i tuoi collaboratori sappino cosa fare e cosa è richiesto loro ed utilizza un sistema di incentivi basato sulla loro produttività.

  • Usa Internet
  • Se non sei sul web sei morto! È incredibilmente potente e molto efficiente in termini di costi, ma richiede tempo e abilità. Crea relazioni con i tuoi prospect. Realizza un sito/blog e lavora per posizionarlo ai primi posti dei motori di ricerca, saranno gli utenti a trovarti, sii social (facebook, Instagram, Linkedin, …) e apri un canale Youtube. Oggi creare un ecosistema digitale è fondamentale. Devi salire sul treno e farlo, perché i tuoi concorrenti lo sono.

  • Reinventa la tua attività.
  • Una delle prerogative per sopravvivere al XX secolo è disimparare più velocemente di quanto tu possa impiegare ad imparare cose nuove. Ciò che conta è l’utile netto e non il reddito lordo. Eppure molti imprenditori corrono erroneamente acora dietro all’aumento del fatturato.
    Altra cosa: separati dalla tua storia e crea un nuovo vantaggio competitivo, sia esso una nicchia mirata o un super servizio. Soprattutto, divertiti. Essere un imprenditore è una tua scelta!Si può fare. Puoi sopravvivere, emergere e avere successo in questa economia ridimensionata, se segui la strada giusta.

Al tuo successo.

Vincenzo Gengaro

Vincenzo Gengaro è un business e PNL coach. Consulente da oltre 15 anni, aiuta le aziende a collocarsi o ricollocarsi nel loro settore di competenza. Si occupa di sviluppare strategie marketing che hanno come obiettivo quelli di aumentare fatturato e redditività.